“Se mi fosse dato di vivere senza la possibilità di sognare e di lottare per un sogno, bello quanto inutile, sarei un uomo finito”. - [G. Gervasutti]


... a volte nascono prima i progetti,  perchè li senti dentro,  poi gli attribuisci un fine e uno scopo.. così è successo col progetto della rete sentieristica..

 

 

Ciò che è stato realizzato potrà avere molteplici scopi ma quello essenziale è di stimolare le persone a vincere la paura atavica del bosco, ad uscire dal  guscio, a sentirsi integrati e sicuri nella natura imparando ad osservare, ascoltare, annusare e palpare, godendo delle emozioni che solo la natura genera;

 

Dagli escursionisti esperti,  alle famiglie,  potranno, sempre nel rispetto massimo della montagna, conoscere e ammirare piccoli e grandi tesori naturalistici e architettonici che non troveranno mai spazio sulle grandi riviste turistiche ma sapranno guadagnarsi un posto nel cuore di chi li saprà osservare ed apprezzare col giusto animo.

 

A piedi, in mountain bike, a cavallo tutti potranno programmare le proprie piccole avventure godendo di una natura fortunatamente ancora ricca e generosa di emozioni rispettandola e amandola in ogni comportamento.

 

Buona avventura a tutti….!!!!!